Testo Unico Sicurezza Versione Aprile 2019

testoUnicoApr2019.jpg

In questo mese di Aprile è uscita la nuova versione del Testo Unico della Sicurezza, in origine il Dlgs. 81/2008. QUI TROVATE LA VERSIONE INTEGRALE

In questa versione ci sono diverse novità:

  •  3 nuovi interpelli del 2019 riguardanti:
    • 3/2019 Aggiornamento RSPP (sul massimo numero di partecipanti a seminari o convegni
    • 2/2019 Esposizione sporadica all’Amianto
    • 1/2019 Validità di poter avere un unico corso di aggiornamento che contempli insieme i professionisti antincendio, gli RSPP ed i Coordinatori per la Sicurezza.
  • L’inserimento del Decreto del 22 Gennaio 2019 riguardante Individuazione della procedure di revisione, integrazione e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare e che sostituisce iul precedente decreto del 2013.
  • nuove tariffe verifiche periodiche attrezzature da lavoro da allegato I nota n. 4393 del 04/03/2019 del Ministero del Lavoro;
  • ventunesimo elenco soggetti abilitati verifiche periodiche;
  • Dlgs 19 febbraio 2019, n. 17Adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Regolamento (UE) n. 2016/425 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 9 marzo 2016, sui dispositivi di protezione individuale e che abroga la Direttiva 89/686/CE, con il relativo decreto, modificato, del 4 dicembre 1992, n. 475

 

Annunci

Corso per Lavori In Quota

CorsoLavoriInQuota3.jpg

obbligo-di-legge-lavoro-in-quota.jpgPer “Lavori in Quota” si intendono i lavori eseguiti a più di due metri da un piano stabile. Questo ci dice il Testo Unico, D.LGS. 81/2008.

CorsiLavoriInQuota2.JPG

Per quanto riguarda il corso, per alcuni Lavori in Quota sono previste, per legge, precise modalità , ad esempio per il montaggio/smontaggio Ponteggi o per le lavorazioni con Funi, su alberi o su pali,  mentre per altri tipologie di lavori in quota, ad esempio per il montaggio di un trabattello o per salire una scala o per altri lavori con rischio di caduta da più di due metri di altezza, non c’è una norma o un accordo Stato-Regioni che definisca esattamente le modalità dei corsi.

CorsiLavoriInQuota.gif

Anche chi lavora su un cestello, che magari non ha fatto il corso di P.L.E.  perchè non manovra l’attrezzatura, deve comunque aver fatto un corso per i lavori in quota in quanto il lavoro su  una piattaforma di lavoro elevabile è un lavoro a rischio di caduta dall’alto. Si utilizzano i D.P.I. ed occorre conoscere le modalità per lavorare in sicurezza.

CorsilavoriInQuotaRoma.jpg

In generale, per questi corsi c’è da considerare sempre una parte teorica, che si svolge in aula, che riguarda sia la normativa, che la descrizione delle diverse modalità di lavori in quota, con un preciso riferimento ai D.P.I. di Terza categoria, anticaduta, da utilizzare a seconda i casi. DPI-quota_page32_image1.jpg

C’è poi una parte Pratica, che può variare a seconda delle tipologie di lavori in quota afferenti all’azienda di cui il discente fa parte. E’ importante anche un inquadramento sia teorico che pratico sui sistemi di soccorso per una persona che cada e rimanga a penzoloni nel vuoto. In  questo caso occorre intervenire in tempi rapidissimi per evitare l’insorgenza di gravi problemi alla persona infortunata, soprattutto se la stessa ha perso conoscenza.

imbragatura dorsale+sternale   cascoMont_smont_ponteggi-CON LINEA VITA A FETTUCCIA_page14_image3connettore1.jpgMont_smont_ponteggi-CON LINEA VITA A FETTUCCIA_page9_image2.jpgAbsorbica_Y_150__48ad72aeccae7

Spesso si tratta di montare o smontare trabattelli o salire su una scala. Oppure lavorare su una PLE senza manovrarla o lavorare su un piano di lavoro a più di due metri di altezza senza avere dei Dispositivi di Protezione Collettivi (come ad esempio dei parapetti) il che presuppone l’utilizzo di D.P.I. quali imbracatura, cordino, assorbitore di energia, connettori, linea vita o puunto di ancoraggio o altro.

dav

La durata del corso dipende dai casi, non essendoci una norma precisa di riferimento si può andare, a seconda delle circostanze e del numero dei partecipanti, dalle  6 alle 12 ore di corso tra teoria e pratica.

Se siete interessati ad un corso di questo tipo potete tel al 339.56 36 468 o mandare un messaggio allo stesso numero su whatsupp. Noi lavoriamo normalmente su Roma e Provincia, ma in caso di corsi con parecchi partecipanti possiamo coprire tutto il territorio naizonale. Naturalmente possiamo venire presso la vostra azienda, anzi, in genere consigliamo di effettuare i corsi dove e come viene svolto normalmente il lavoro in quota.

< Le foto, a parte quella “storica” in alto, sono tutte prese da nostri corsi>

Nuovo Decreto per i Cantieri Stradali

IMG_20180410_102735.jpg

Pochi giorni fa è uscito il nuovo decreto per i Cantieri Stradali, del 22/01/2019, che sostituisce il precedente Decreto del 04/03/2013.

Resta l’obbligo per i lavoratori stradali di effettuare i corsi già previsti precedentemente, e vale sempre la divisione tra  Addetti e Preposti, questi ultimi devono fare 4 ore di teoria in più rispetto agli altri. Per info sulle date dei nsotri corsi andate al LINk

Cosa sono i Corsi Pimus?

 

corsiPimus.JPG

Cos’è un “Corso Pimus”?

E’ un corso che riguarda “Gli addetti e/o Preposti al Montaggio/Modifiche/Smontaggio di Ponteggi”. Ha una durata di legge pari a 28 ore. Con il Patentino di montatore di ponteggi, che poi è un semplice attestato, si è autorizzati a montare, smontare o modificare un ponteggio. Senza l’attestato non si può toccare un ponteggio, ma solo utilizzarlo, quando è completo ed il montaggio è terminato. Durante il montaggio, quando il ponteggio non è completo di tutti i suoi elementi, può salire sul ponteggio solo il personale che sia dotato di D.P.I. di Terza Categoria Anticaduta (imbragatura, cordino, assorbitore di caduta, connettori, ecc) in presenza di linea vita o altri ancoraggi.

corsoPimusRoma

Tornando al “Corso Pimus”, esso è diviso in due parti, una Teorica, che si svolge in aula dalla durata di 14 ore, ed una Pratica, che si svolge presso un cantiere., sempre di 14 ore.

Nel corso si affrontano tutti gli argomenti afferenti i ponteggi: dalla normativa vigente, indispensabile da conoscere per evitare incidenti, multe o anche per evitare di acquistare o noleggiare materiale non a norma, alla “Buona tecnica”, per poter far progettare e montare il ponteggio secondo i criteri tecnicamente migliori. Molte di questi suggerimenti di “buona tecnica” difficilmente li trovate su un libro o su un manuale, come anche il corretto montaggio implica dei “trucchi” che normalmente non troviamo scritto da nessuna parte. Importante è anche la parte riguardante il progetto, gli ancoraggi, gli incidenti, il salvataggio in quota, ecc ecc.

PATENTINOponteggi2.jpg

E’ per questo che consigliamo di partecipare al corso non solo  agli addetti al montaggio ed ai preposti ma anche ai Datori di Lavoro delle aziende Medio-Piccole, in modo che sappiano che materiale acquistare senza correre rischi di multe o di stare fuori norma, agli RSPP, ai Geometri, Ingegneri e Architetti che vogliano approfondire il tema “Ponteggi”. La parte pratica vede la partecipazione, oltre al docente, ingegnere con esperienza trentennale nei ponteggi, anche un Istruttore con esperienza di 50 anni (!!) sopra i ponteggi, avendo lavorato per le principali aziende specializzate  del settore, il quale è un pozzo di conoscenze pratiche.

In rete ci stanno molti corsi del genere, alcuni addirittura in Elearning!! Ora pensate come si possa condurre un corso del genere in Elearning, lasciando al cliente la briga di farsi fare la Prova Pratica a parte (!!). Noi ci occupiamo di Corsi Pimus dal 2015, il primo corso a Roma lo abbiamo fatto a gennaio 2007, da allora abbiamo fatto centinaia di Corsi Pimus e aggiornamenti. L’aggiornamento dura 4 ore. Per info telefonare al 339 5636468 oppure andare sui nostri siti; www.giamil.com   oppure  http://www.corsi-sicurezza.org/

 

 

 

 

 

 

Cucire addosso ad ogni azienda il giusto percorso formativo

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora